Cerca
  • Italian Bikers

L'ESTATE IN ITALIA. L'INVERNO IN TUNISIA CON ITALIAN BIKERS

Aggiornato il: apr 10


Piano piano.

Un passetto alla volta, stiamo tornando verso la normalità e, non troppo lontano, ricominceremo a girare in moto.

In una prima fase, comprensibilmente, si inizierà entro i confini italiani (e non a caso abbiamo approntato una serie di pacchetti diversi, in grado di incontrare i vari gusti dei nostri bikers), poi sarà la volta dell’estero.

E, proprio per quanto riguarda l’estero, una delle mete capaci di portarci in un’atmosfera completamente nuova e magica è la Tunisia, i cui confini non dovrebbero tardare a riaprire.

Quando parliamo di Tunisia parliamo di un mondo relativamente vicino, ma totalmente diverso dai classici tour in moto.

Un’esperienza in cui i colori, i profumi e i sapori si fondono in un mix in grado di regalare emozioni senza uguali.


Se tutto andrà come speriamo e pensiamo, le date che abbiamo già fissato per novembre, dicembre 2021, Capodanno, oltre a febbraio e marzo 2022 saranno già quelle buone.

Sappiamo che in molti ancora non hanno le idee chiare su come si evolverà la situazione, ma gli indicatori generali ci portano buone notizie. In Paesi quali Israele e la Gran Bretagna, in cui la campagna vaccinale ha fatto da apripista nel mondo, la situazione è ormai prossima alla normalità.


Il nostro pacchetto Tunisia prevede la formula Fly and Ride, con la possibilità di farsi trasportare la moto da Milano a Tunisi e utilizzarla direttamente su suolo africano.

Inoltre, Italian Bikers garantisce accommodation di livello, totale sicurezza e la presenza costante di un furgone di appoggio.


Il tutto, per una cifra di soli 1250 euro per 10 giorni.


Tutti i dettagli di questo meraviglioso viaggio sono disponibili a questo indirizzo.


Il consiglio che vi diamo, visto che le richieste cominciano ad accumularsi, è di bloccare la vostra presenza con il versamento di una piccola caparra. Caparra che, ovviamente, verrà interamente restituita in caso di annullamento del viaggio a causa del Covid (ma siamo certi che per le date successive all’estate non ce ne sarà bisogno).


Insomma, cominciamo a scaldare i motori e a sognare alla grande, perché quella luce in fondo al tunnel è sempre più abbagliante.

701 visualizzazioni0 commenti