La corona alpina

La corona alpina

03/08/2020 - 14/08/2020
17/08/2020 - 28/08/2020

Questa è una proposta che condividiamo con Osservando il mondo, con cui collaboriamo attivamente per la realizzazione del tour.

Un team di grande esperienza e massima serietà e con tanta voglia di percorrere strade nuove nel mondo.

logo osservando png.png

Da Trieste a Ventimiglia, la traversata della corona alpina.

Un'avventura incredibile, un vero must per il motociclista, attraverso i passi più belli d'Italia e, probabilmente, del mondo.

Un coast to coast di 3000 Km, attraverso 50 passi che ci porteranno fino a 3000 mt di quota.

From Trieste to Ventimiglia, the crossing of the Alpine crown.

An incredible adventure, a real must for the motorcyclists, through the most beautiful passes in Italy and, probably, in the world.

A 3000 km coast to coast, through 50 passes that will take us up to 3000 meters of altitude.

€ 1600 persona (min. 12 pax)

LA QUOTA COMPRENDE   

       

  • Assicurazione base per infortuni/malattie durante il viaggio

  • 12  pernottamenti in hotel 3*/4* con prima colazione (camere doppie) e parcheggio custodito.

  • 12 pranzi al sacco durante il tour.

  • Assistenza logistica con maxi furgone di appoggio e carrello, per trasporto bagagli, passeggeri ed eventuali moto in panne.

  • Staff di Osservando Il Mondo presente durante il viaggio.

  • Road Book del viaggio in formato cartaceo.

  • Tracce del percorso in formato GPX per il navigatore.
     

LA QUOTA NON COMPRENDE

  • Eventuale assicurazione per annullamento viaggio e integrazione spese mediche

  • Pranzi dove non previsti dal programma

  • Bevande nei pranzi e nelle cene

  • Extra a carattere personale e tutto quanto non espressamente indicato nella voce "le quote comprendono"

THE PRICE INCLUDES

 

  • Basic insurance for accidents / illnesses while traveling

  • 12 nights in a 3 * / 4 * hotel with breakfast (double rooms) and secure parking.

  • 12 packed lunches during the tour.

  • Logistic assistance with maxi support van and trolley, for transporting luggage, passengers and any broken-down motorcycles.

  • Staff of Osservando Il Mondo present during the trip.

  • Travel road book in paper format.

  • Traces of the route in GPX format for the navigator.
     

THE PRICE DOES NOT INCLUDE

 

  • Possible travel cancellation insurance and medical expenses supplement

  • Lunches where not included in the program

  • Drinks in lunches and dinners

  • Extras of a personal nature and anything not expressly indicated in the item "the fees include"

DAY 1 | TRIESTE-TARVISIO (Km 239)

Ritrovo con tutti i partecipanti a Trieste.
Partenza dalla città in direzione del Sacrario Militare di Redipuglia. Una volta nella vita ognuno di noi dovrebbe venire qui per rendersi conto del considerevole numero di soldati italiani caduti nella "Grande Guerra"  (oltre 700.000). Si tratta di un cimitero militare monumentale (uno dei più grandi al mondo) edificato in epoca fascista, contiene le salme di 100.000 militari di cui 50.000 ignoti. Procediamo lungo il confine istriano e successivamente austriaco per arrivare a Tarvisio, meta della nostra giornata. Cena libera e pernottamento in hotel.

DAY 2 | TARVISIO - SAN VITO DI CADORE (km 255)

Prima vera tappa alpina. Iniziano i grandi passi che hanno reso famoso il giro d'Italia: Lo Zoncolan, il passo più difficile nel ciclismo mondiale, passo Duron, passo Monte Croce di Comelico in mezzo ai boschi di larici e abeti e il passo Tre Croci. Un passaggio alle sorgenti del Piave e poi proseguiamo lungo il nostro percorso per arrivare alla base delle 3 Cime di Lavaredo nell'omonimo Parco, un vero spettacolo e simbolo delle Dolomiti. Meta della giornata è la località invernale San Vito di Cadore; cena libera e pernottamento in hotel.

DAY 3 | SAN VITO DI CADORE  - RASUN DI SOPRA (km 215)

La tappa di oggi attraversa per intero le Dolomiti, le bellissime montagne del Trentino Alto-Adige. I passi più importanti della giornata sono quelli del Pordoi, Sella, Duran e Gardena. Al Pordoi sono legate importanti pagine della nostra storia della Prima Guerra Mondiale. Cena libera e pernottamento in hotel.

Day 4 - RASUN DI SOPRA - BELLAMONTE (km 280)

Una serie di passi ci attende anche oggi seppur la tappa non sia tra le più lunghe. Il Passo delle Erbe si trova tra le rocce frastagliate del Sass de Putia e i bellissimi pascoli di Luson; collega la Valle Isarco con la Valle Badia. Il Passo di Monte Giovo passa attraverso aree completamente disabitate, 20 tornanti per oltre 39 km di lunghezza. Il Passo di Costalunga con il lago Carezza e il Grand Hotel, antica residenza della Principessa Sissi. Cena libera e pernottamento in hotel.

DAY 5 | BELLAMONTE - PERGINE VALSUGANA (km 263)

Bellissima tappa anche oggi, un percorso che compie un cerchio e che poi si allunga verso sud. Il bellissimo lago artificiale di Fedaia al cospetto del ghiacciao della Marmolada. Dal Passo Cereda si può vedere la parte terminale delle Pale di San Martino. Il Passo Rolle, uno dei più spettacolari delle Dolomiti e poi il Passo Valles, ai confini di quello che fu il vecchio Impero Austro-Ungarico con trincee, gallerie e camminamenti. Cena libera e pernottamento in hotel.

Day 6 - PERGINE VALSUGANA - PASSO DELLO STELVIO (km 246)

Oggi dal Trentino Alto-Adige entreremo in Lombardia. Il primo passo che affrontiamo è la Mendola, coi suoi 17 tornanti, tanto amato da ciclisti e motociclisti. Ma la tappa si distingue per l'arrivo al Passo dello Stelvio; uno dei più alti d'Europa, nato per collegare Italia e Austria ma che oggi collega due Regioni italiane. 48 tornanti impegnativi per salire senza possibilità di piegare in curva per la carreggiata ridotta ed intorno un panorama unico. Cena libera e pernottamento in hotel in cima al Passo.

Day 7 - PASSO DELLO STELVIO - PASSO MANIVA (km 300)

La giornata probabilmente più dura, lunga ed affascinante, comincia al mattino molto presto in discesa dai 3.000 metri dello Stelvio percorrendo gli 84 tornanti che ci portano a Bormio; durante il tracciato passiamo dalle cascate del Braulio. Arriviamo al Passo Gavia, mitico anch'esso per far parte del percorso  del "Giro d'Italia" e conosciuto sin dal Medioevo per il passaggio di carovane dal Veneto alla Germania. Il Passo del Mortirolo è uno spartiacque tra i fiume Adda e Oglio e da qui si possono vedere i gruppi montuosi dell'Adamello, Ortles e Bernina.  Il Passo del Vivione collega la Val Camonica e la Val Seriana con un tratto di strada veramente difficile a causa della ridotta carreggiata. Meta della giornata è il Passo del Maniva dove ci aspetta un altro albergo caratteristico di montagna, cena libera.

Day 8 - PASSO MANIVA - CANTELLO (km 292)

Oggi affrontiamo la tappa in assoluto più lunga in termini di tempo impiegato, quindi partiamo presto. I passi non sono molti anche se abbiamo scelto di percorrere sempre strade secondarie che ci porteranno nei pressi del lago di Varese. Il Passo della Presolana ci regala panorami adrenalinici e da qui in 4 minuti a piedi si arriva al Salto degli Sposi, un balcone a strapiombo sulla Val di Scalve.  Il Passo di San Marco ha visto la luce dopo due anni di lavori nel 16° sec. grazie al Podestà Veneto Alvise Piuli  che ha voluto eludere le tariffe doganali spagnole piuttosto esose all'interno del Ducato di Milano. meta della giornata è Cantello, vicino a Varese; cena libera e pernottamento in hotel.

Day 9 - CANTELLO - BANCHETTE (km 293)

Oggi entriamo in Piemonte dopo una tappa lunga ma non impegnativa. Costeggiamo per diversi km le sponde occidentali del Lago Maggiore e poi dopo essere saliti in quota percorriamo la strada sulle alture che affiancano il Lago d'Orta, rinomato per i suoi borghi romantici e per i suoi balconi panoramici indimenticabili. Banchette si trova appena fuori dal più grande centro urbano di Ivrea e unico edificio di rilievo è il suo castello edificato lungo il fiume Dora Baltea. Cena libera e pernottamento in hotel.

Day 10 - BANCHETTE - SAUZE D'OULX  (km 236)

Tappa percorsa prevalentemente in collina al mattino per popi ritrovare le Alpi Piemontesi nel pomeriggio. Nessun passo di rilievo da segnalare, numerosi forti edificati lungo il nostro percorso; forte d'Exilles, forte Sapé, forte Fenil. Meta della giornata è Sauze d'Oulx in alta Val di Susa, rinomato centro sciistico invernale. Cena libera e pernottamento in hotel.

Day 11 - SUAZE D'OULX – BORGO SAN DALMAZZO (km 249)

Giornata discretamente impegnativa lungo il confine con la Francia e che attraversa tantissimi borghi storici e di montagna piemontesi. Dopo pochi chilometri entriamo nel vecchio borgo di Usseaux, situato ai piedi dell Alpi Cozie. Lungo la strada una breve visita a Ostana, piccolo borgo tra i più belli d'Italia, il cui piatto tipico è la polenta di patate con grano saraceno servita con formaggio e salsa di zucca. Arriviamo all'ingresso della Val Pellice dove si trova Torre Pellice, principale centro italiano della Chiesa Valdese risalente al 1.186 d.C. E' previsto l'arrivo nel tardo pomeriggio. Cena libera e pernottamento in un hotel.

Day 12 - BORGO SAN DALMAZZO - APRICALE (km 209)

Ultima tappa del nostro spettacolare itinerario attraverso le Alpi italiane. Raggiungiamo il piccolo centro di Montaldo di Mondovì, situato sopra un "balcone" che divide le Valli Corsaglia e Roburentello. Merita un attimo di attenzione il castello di Casotto prima di arrivare a Garessio, altro Borgo bellissimo. A metà percorso troviamo la Balma del Messere, uno dei più significativi esempi di cavità murate dell'intero arco Alpino. Arriviamo a Pieve di Teco, centro abitato risalente all'epoca longobarda divenuto successivamente centro feudale passato di volta in volta sotto vari regni e dinastie. Poco distante dal Borgo di Rezzo, risalente al periodo medioevale, incontriamo il Ponte dei Passi, edificato dalle truppe napoleoniche alla confluenza di tre impetuosi torrenti. Molini di Triora, il "borgo delle streghe", ha nei suoi dintorni ben 23 mulini ad acqua nati sulle rive del fiume fora di Taggia. Meta finale del nostro viaggio è Apricale, altro rinomato borgo medioevale situato nell'entroterra ligure; l'intero paese sorge ai piedi delle Alpi Marittime ed è completamente edificato con le pietre.  Cena libera e pernottamento in hotel.

Note di viaggio importanti 

  • NON SONO NECESSARIE VACCINAZIONI O PROFILASSI PARTICOLARI.

  • E' SUFFICIENTE LA CARTA DI IDENTITA' IN CORSO DI VALIDITA'.

  • IN CASO DI MANCATA PARTECIPAZIONE LE QUOTE NON SARANNO RESTITUITE, TRANNE NEL CASO DI SOTTOSCRIZIONE DI POLIZZA ANNULLAMENTO VIAGGIO E SECONDO LE MODALITA' PREVISTE DALLA POLIZZA STESSA.

  • L’ORGANIZZAZIONE SI RISERVA IL DIRITTO DI APPORTARE AL SOPRAINDICATO PROGRAMMA TUTTE LE MODIFICHE NECESSARIE A GARANTIRE LA SICUREZZA E LA BUONA RIUSCITA DEL VIAGGIO, TENUTO CONTO DELLE CONDIZIONI VARIABILI DI STRADE, DELLE CONDIZIONI SANITARIE ED ATMOSFERICHE NONCHE' DEL LIVELLO DI GUIDA DEI PARTECIPANTI.

Il percorso potrebbe subire variazioni per cause a noi non imputabili o per il miglioramento dello stesso

IN BREVE

Num. partecipanti - min.14

Livello - medio

Durata - 12 notti

Chilometri totali - 3400 circa

Media giornaliera Km 240 circa

Partenza/Arrivo - Trieste - Apricale